Il kayak, una curiosa alternativa per esplorare Venezia

Il kayak, una curiosa alternativa per esplorare Venezia

Le temperature in Italia hanno superato da giorni i 30° e sono alle stelle anche se l’estate non è ancora ufficialmente iniziata. L’afa non è sicuramente una compagna simpatica con questo caldo da bollino rosso. Ecco allora che una curiosa alternativa può essere una bella pagaiata sul canal Grande a bordo del kayak, una soluzione ideale ed eco-friendly per visitare Venezia, fare sport e divertirsi.

Kayak a Venezia

Kayak a Venezia

La splendida città dei canali è da sempre famosa per un’altra più elegante ma altrettanto costosa imbarcazione, la gondola. A Venezia da qualche anno ha preso piede una nuova moda, ovvero il kayak. Con il celebre mezzo di trasporto originariamente utilizzato dagli Inuit e che si differenzia dalla canoa è possibile esplorare la città lagunare.

Kayak in esplorazione

Kayak in esplorazione

L’organizzazione delle visite è affidata alla “Venice Kayak”, una società composta da tre istruttori che ha sede nell’isola Certosa e ti accompagneranno in un’avventurosa e innovativa escursione nella suggestiva Venezia dove terraferma e mare si uniscono meravigliosamente.

 

Kayak durante la Regata storica

Kayak durante la Regata storica

A bordo del kayak potrai arrivare a piazza San Marco, vedere il famoso ponte di Rialto, senza dimenticare il romantico ponte dei Sospiri e una cornice di panorami elettrizzanti e particolarmente affascinanti. Rispetto alla tradizionale e storica gondola, il kayak in proporzione è più economico e può essere utilizzato per intere giornate. Un altro grande vantaggio di questa particolare canoa è che può visitare anche zone più impervie e normalmente non aperte al traffico di battelli e altre barche a motore, soddisfacendo ancora di più la sete di conoscenza.

Una canale attraversato dai kayak

Un canale attraversato dai kayak

Con il kayak puoi inoltre fare sport e tenerti in forma sperando di non finire nelle acque meno raccomandabili. Unica pecca è che dovrai farti guidare dalle guide, ma sicuramente questa esplorazione resta comunque creativa ed emozionante, aperta singolarmente e per gruppi. La prenotazione anticipata è obbligatoria, un’attrazione che se vai a Venezia non potrai lasciarti scappare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *